Archivio e Biblioteca

8_DSCN8522

ARCHIVIO

Presso la sede della Fondazione, già residenza dei coniugi Scialoja, sono conservati i fondi archivistici Toti Scialoja, Gabriella Drudi e Famiglia Scialoja, dichiarati di interesse storico particolarmente importante, con decreto del 14 agosto 2012, dal Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio su proposta della Soprintendenza Archivistica per il Lazio datata 11 giugno 2012.
L’archivio è in fase di ordinamento ed inventariazione informatizzata sulla base del software Archimista. Fin dove possibile sarà mantenuto l’ordine dato dagli stessi soggetti produttori, Toti Scialoja e Gabriella Drudi, i quali hanno lasciato le carte in gran parte già suddivise in serie distinte o distinguibili.

Fondo Toti Scialoja
Non risulta che la documentazione nel tempo abbia subito trasferimenti. Toti Scialoja ha conservato nella casa di abitazione, oggi sede della Fondazione, documenti e fotografie personali e un cospicuo nucleo di documenti e fotografie della famiglia di origine Scialoja (fine sec. XIX-anni Trenta del sec. XX).
I documenti personali sono pervenuti già distinti in serie che il riordinamento in corso intende rispettare nelle grandi linee e ove possibile. Al detto ordinamento originale l’archivista intende fare riferimento anche nel ricollocare materiali estratti nel tempo per motivi di ricerca.
La documentazione cartacea è prevalentemente costituita dagli scritti prodotti ed acquisiti da Toti Scialoja nella sua attività creativa di pittore, poeta, scrittore, critico, scenografo e docente. Le fotografie ritraggono l’artista, la moglie, altri artisti e le opere.
Le tipologie documentarie finora riscontrate sono le seguenti:

  • documenti originali manoscritti o dattiloscritti, poetici, in prosa, critici, relativi alla pittura, a progetti scenografici, prime stesure e scritti rielaborati di testi destinati alla pubblicazione;
  • materiali pubblicitari di mostre e spettacoli: inviti, programmi, brochures, pieghevoli;
  • ritagli di articoli a stampa;
  • lettere.

Fondo Gabriella Drudi
Non risulta che la documentazione, nel tempo, abbia subito trasferimenti. La documentazione ha mantenuto la suddivisione nella quale è pervenuta ed è parzialmente inventariata.
Sono state individuate le serie:

  • corrispondenza;
  • scritti di critica d’arte;
  • traduzioni di testi letterari e critici dall’inglese;
  • artisti (documentazione relativa ad artisti contemporanei utilizzata per studi monografici e saggi critici).

Fondo Famiglia Scialoja (fine sec. XIX-anni Trenta del sec. XX)
La Famiglia Scialoja ha avuto un ruolo di primaria importanza nella storia d’Italia: Antonio Scialoja (1817-1877) è stato più volte ministro sia del Regno di Napoli che del Regno d’Italia e primo Ministro della Pubblica Istruzione del governo insediatosi dopo la Breccia di Porta Pia; Vittorio, Antonio e Carlo Scialoja sono stati giuristi di rilievo e membri di spicco della politica italiana dei primi del ’900.
Il nucleo archivistico comprende documenti manoscritti e a stampa, fotografie.
Il fondo non è inventariato.

BIBLIOTECA

La biblioteca della Fondazione Toti Scialoja è composta da circa 10.000 volumi e 200 testate di periodici, e comprende alcune prime edizioni di opere poetiche con dedica degli autori, le prime edizioni delle opere poetiche e letterarie dello stesso Scialoja, preziosi libri d’arte con incisioni originali.

Parte del patrimonio librario è accessibile online tramite il Servizio Bibliotecario (SBN), al quale la Fondaizone aderisce attraverso il polo delle Biblioteche del Comune di Roma.
È ammesso alla Biblioteca della Fondazione Toti Scialoja chiunque abbia necessità di consultare la documentazione conservata.
Per gli studenti, italiani e stranieri, è richiesta una lettera di presentazione dell’Università ed una fotocopia del documento di identità.

È consigliata la prenotazione chiamando il numero +39 06.68809900 oppure inviando una mail a archivio.biblioteca@totiscialoja.it

OPAC - Biblioteche Comune di Roma

Modulistica

Back To Top