Scritti

1940

Dialogo triste, inIl Selvaggio”, a. XVII, n. 4-5, Roma, 31 dicembre, p. 2.

1941

Nero di Bugia [Toti Scialoja], Disegni d’oggi, in “Il Selvaggio”, a. XVIII, n. 1-2, Roma, 30 marzo, pp. 1-2.

Nero di Bugia [Toti Scialoja], Tavolozze pericolose, inIl Selvaggio”, a. XVIII, n. 3-4, Roma, 31 maggio, p. 2. (Rist. e firmato Toti Scialoja in “Beltempo. Almanacco delle lettere e delle arti”, a. III, Roma, Edizioni della Cometa, p. 105).

Scherzi della memoria, inIl Selvaggio”, a. XVIII, n. 5-6, Roma, novembre 1941, pp. 1-2 (13 brevi prose liriche: Tortora, Albero celeste, Viale d’amore, Lucciola, Pietra in riva al mare, Sgraffio, Dono di un nastro, Scherzo, Luce di perla, Ninfa, Presso l’edere, Scherzo secondo, Ritorno).

1942

Mafai, inIl Selvaggio”, a. XVIII, n. 1-2-3, Roma, 15 marzo, pp. 6-7.

Ottone Rosai, in “Beltempo. Almanacco delle lettere e delle arti”, a. III, Roma, Edizioni della Cometa, pp. 24-26.

Sandro Cerchi, in “Beltempo. Almanacco delle lettere e delle arti”, a. III, Roma, Edizioni della Cometa, pp. 118-120.

[Presentazione], in Orfeo Tamburi, cat. mostra, Centro d’azione per le Arti, Torino, 7-21 marzo, Tipografia Carlo Accame, Torino.

1943

Filippo De Pisis, inIl Selvaggio”, a. XIX, n. 1-2-3, Roma, 15 giugno, p. 5.

1944

Vent’anni di arte “fascista”, in “Mercurio”, a. I, n. 1, Roma, settembre, pp. 131-136.

Arte e barbarie, in “Mercurio”, a. I, n. 2, Roma, ottobre 1944, pp. 154-157.

Premesse per una moderna scenografia pittorica, in “Mercurio”, a. I, n. 3, Roma, novembre 1944, pp. 142-148. (Rist. in Teatro da Quattro soldi. Vito Pandolfi Regista / Toti Scialoja Scenografo, a cura di A. Mancini, cat. mostra, Palazzo Pretorio, Certaldo Alto, 12 maggio – 30 settembre 1990, Nuova Alfa Editoriale, Bologna, pp .117-119).

I pittori difendono la città, in “Mercurio”, a. I, n. 4, Roma, dicembre 1944, p. 253-257. (Rist. in “La Tartaruga”, De Luca Edizioni d’Arte, n. 7, Roma, maggio 1990,  pp. 57-60).

1945

Politica e libertà nell’arte, in “Domenica”, Roma, 21 gennaio.

Carrà e De Chirico, in “Mercurio”, a. II, n. 5, Roma, gennaio, pp. 150-153.

T.S. [Toti Scialoja], [Nota], in “Mercurio”, a. II, n. 6, Roma, febbraio, p. 154.

In morte di Kaim Soutine, in “Mercurio”, a. II, n. 7-8, Roma, marzo-aprile, pp. 150-153.

Puck [Toti Scialoja], Uccisione dell’odio, in “Mercurio”, a. II, n. 9, Roma, maggio, p. 4.

Significato e attualità del nostro “decadentismo” pittorico, in “Mercurio”, a II, n. 9, Roma, maggio, pp. 124-136.

  1. S. [Toti Scialoja], Appunti per un primo bilancio ad uso del nord, in “Mercurio”, a. II, n. 9, Roma, maggio, pp. 145-150.

Realismo è rinunzia?, in “Mercurio”, a. II, n. 10, Roma, giugno, pp. 149-153.

A proposito di Morandi, Mafai, De Chirico, in “Aretusa”, a. II, n. 10, Napoli, giugno, pp. 41-46.

Quattro pittori nuovissimi, in “Mercurio”, a. II, n. 11, Roma, luglio, pp. 148-153.

Nove Cézanne, un Modigliani e un Van Gogh, in “Mercurio”, a. II, n. 12, Roma, agosto, pp. 151-156.

Pittura inglese contemporanea, in “Mercurio”, a. II, n. 14, Roma, ottobre, pp. 151-155.

Varietà. Pittura di Corrado Cagli – Pittura di Giovanni Stradone, in “Mercurio”, a. II. n. 15, Roma, novembre, pp. 152-156.

Piero Sadun, in Sadun Scialoja Stradone, cat. mostra, Galleria dello Zodiaco, Roma, dal 12 marzo (rist. in cat. mostra, Sadun, Palazzo Barberini, dicembre1976-gennaio 1977, Roma, Editalia, p. 19).

Pittore sei gentil, ma fai dei trucchi; La schiera s’assottiglia, in Interviste di Frodo, a cura di M. Venturoli, Editrice Sandron, Roma, p. 25 (come commento al disegno Scherzo su Mafai); p. 198 (come commento al disegno Pittori i sinistra).

1946

Appunti sull’espressionismo, in Espressionisti, invito alla mostra, La Margherita, Roma, dal 12 gennaio.

T.S. [Toti Scialoja], Danza-pittura, in “Mercurio”, a. III, n. 17, Roma, gennaio, pp. 143-150. (Rist. in Teatro da Quattro soldi. Vito Pandolfi Regista / Toti Scialoja Scenografo, a cura di A. Mancini, cat. mostra, Palazzo Pretorio, Certaldo Alto, 12 maggio-30 settembre 1990, Nuova Alfa Editoriale, Bologna, 1990,  pp. 120-123).

Manzù Mirco e Leoncillo in una mostra di arte applicata, in “Mercurio”, a. III, n. 18, Roma, febbraio, pp. 151-156.

Carmine o della pittura, in “Mercurio”, a. III, n- 19-20, Roma, marzo-aprile, pp. 181-188.

Francesi in tricromia, in “Mercurio”, a. III, n. 21, Roma, maggio, pp. 148-155.

Il secondo Van Gogh ed altri appunti, in “Mercurio”, a. III, n. 22, Roma, giugno, pp. 149-153.

La “metafisica” e il “tono” nella pittura italiana contemporanea (I), in “Il Mondo”, a. II, n. 33, Firenze 3 agosto.

La “metafisica” e il “tono” nella pittura italiana contemporanea (II), in “Il Mondo”, a. II, n. 35, Firenze, 17 agosto.

La “metafisica” e il “tono” nella pittura italiana contemporanea (III), in “Il Mondo”, a. II, n. 36, Firenze, 7 settembre.

Francesi ad occhio nudo, in “Mercurio”, a. III, n. 25-26, Roma, settembre-ottobre, pp. 156-162.

Introduzione a Arnoldo Ciarrocchi, in Arnoldo Ciarrocchi, cat. mostra, Galleria d’Arte La Cupola, Bologna, dal 17 novembre.

Appunti sul Teatro, la Scena e il Costume, in “Mondo Latino”, Roma.

1947

Carlo Levi, in “Mercurio”, a. IV, n. 29, Roma, gennaio, pp. 97-103.

In morte di Pierre Bonnard, in “Mercurio”, a. IV, n. 30, Roma, febbraio, pp. 109-112.

Lettera d’accompagnamento ad alcuni quadri di Stradone, di Sadun e miei, in Piero Sadun Raffaello Salimbeni Toti Scialoja Giovanni Stradone, cat. mostra, Galleria Il Fiore, Firenze, 26 febbraio-8 marzo.

Come è finita una polemica, in “Mercurio”, a. IV, n. 31-32-33, Roma, marzo-maggio, pp. 161-165.

Due strade per i pittori, in “La Repubblica d’Italia”, Roma, 1 maggio.

“Ritratto di Signora” di Manzù, in “L’Immagine”, a. I, n. 1, Roma, maggio, pp. 51-54.

T.S. [Toti Scialoja], Mostre all’estero, in “L’Immagine”, a. I, n. 1, Roma, maggio, pp. 67-68.

Bruno Cassinari, in “L’Immagine”, a. I, n. 2, Roma, giugno, pp. 116-120.

Picasso sull’asfalto, in “L’Immagine”, a. I, n. 3, Roma, luglio-agosto, pp. 157-162.

T.S. [Toti Scialoja], Piacentini, croccanti e torroni, in “L’Immagine”, a. I, n. 3, Roma, luglio-agosto, pp. 193-194. (Estratto pubblicato con il titolo Piacentini, mostaccioli croccanti torte e torroni, in “La Voce Repubblicana”, Roma, 7 settembre, 1947).

Cenere di Ridolini, in “L’Immagine”, a. I, n. 4, Roma, settembre-ottobre, pp. 217-228. (Rist. in parte in “Sequenze”, a. II, n. 5-6, Parma, gennaio-febbraio, pp. 34-37; rist. in Teatro da Quattro soldi. Vito Pandolfi Regista / Toti Scialoja Scenografo, a cura di A. Mancini, cat. mostra, Palazzo Pretorio, Certaldo Alto, 12 maggio-30 settembre 1990, Nuova Alfa Editoriale, Bologna, 1990,  pp. 124-129).

T.S. [Toti Scialoja], Dal Neo-realismo al Realismo nuovo, in “L’Immagine”, a. I, n. 4, Roma, settembre-ottobre, pp. 258-259.

T.S. [Toti Scialoja], Due fantasmi di marmo, in “L’Immagine”, a. I, n. 4, Roma, settembre-ottobre, p. 259.

T.S. [Toti Scialoja], A Roma la nuova stazione ha da esser Romana!, in “L’Immagine”, a. I, n. 4, Roma, settembre-ottobre, pp. 259-260.

Neo-cubisti e neo-espressionisti 1947, in “Il Perseo”, a. II, n. 22, Milano, 1 ottobre.

1948

Mafai 1947, in “Mercurio”, a. V, n. 34, Roma, gennaio, pp. 128-133.

Crocefissione al magnesio, in “L’Immagine”, a. II, n. 6-7, Roma, gennaio-febbraio, pp. 379-388.

Jacques Villon, in “L’Immagine”, a. II, n. 6-7, Roma, gennaio-febbraio, pp. 406-411.

Giovanni Stradone, in “L’Immagine”, a. II, n. 6-7, Roma, gennaio-febbraio, pp. 412-415.

Settanta Chagall a Parigi, in “Mercurio”, a. V, n. 35, Roma, febbraio, pp. 120-125.

Scialoja non crede ai “praticabili”…, in “La fiera letteraria”, a. III, n. 7, Roma, 20  febbraio, p. 6.

Brevi considerazioni sulla Quadriennale romana, in “Mercurio”, a. V, n. 36-39, Roma, marzo-giugno, pp. 183-188.

Il muro d’edera (I), in “L’Immagine”, a. II, n. 8, Roma, marzo-luglio, pp. 453-466.

Piero Sadun, in “L’Immagine”, a. II, n. 8, Roma, marzo-luglio, pp. 484-486.

Il muro d’edera (II), in “L’Immagine”, a. II, n. 9-10, Roma, agosto-dicembre, p. 568-588.

Geer van Velde, in “L’Immagine”, a. II, n. 9-10, Roma, agosto-dicembre, pp. 592-598.

T.S. [Toti Scialoja], Neorealismo andata e ritorno, in “L’Immagine”, a. II, n. 9-10, Roma, agosto-dicembre, p. 612.

Rue Gît-le-coeur, in Toti Scialoja. Paesaggi di Parigi 1948, cat. mostra, Studio La Finestra, Roma, 18 dicembre 1948-5 gennaio 1949, Istituto Grafico Tiberino, Roma.

1949

“Interno 1949” di Guttuso, in “L’Immagine”, a. II, n. 11, Roma, gennaio-febbraio, pp. 73-78.

Discorso sulla pittura, la musica, e il teatro, in “L’Immagine”, a. II, n. 11, Roma, gennaio-febbraio, pp. 85-98. (Discorso tenuto all’Accademia Filarmonica Romana il 20 gennaio; Rist. in Teatro da Quattro soldi. Vito Pandolfi Regista / Toti Scialoja Scenografo, a cura di A. Mancini, cat. mostra, Palazzo Pretorio, Certaldo Alto, 12 maggio-30 settembre 1990, Nuova Alfa Editoriale, Bologna, 1990,  pp. 130-137).

Taccuino di marzo, in “L’Immagine”, a. II, n. 12, Roma, marzo-aprile, pp. 148-158.

T.S. [Toti Scialoja], L’ipercubo e il super bitter, in “L’Immagine”, a. II, n. 12, Roma, marzo-aprile, p. 192.

Da “Luce e ruggine”, in “L’Immagine”, a. II, n. 13, Roma, maggio-giugno, pp. 251-264.

1950

Taccuino numero due, in “L’Immagine”, a. II, n. 14-15, Roma, pp. 347-360. (Estratto ristampato con lo stesso titolo in volume, Istituto grafico tiberino, Roma, 1950).

T.S. [Toti Scialoja], Cataloghi in cornice, in “L’Immagine”, a. II, n. 14-15, Roma, p. 464.

Appunti su Pierre Bonnard, in “Ulisse”, a. IV, vol. 2, n. 12, Roma, giugno, pp. 694-699.

Apparizione di Klee, in “L.A. letteratura, arte contemporanea”, a. I, n. 5, Firenze, settembre-ottobre, pp. 34-44.

Morte dell’aria e Nota in Gli spettacoli dell’Anfiparnaso, Istituto Grafico Tiberino, Roma, pp. 29-39. Tragedia in un atto di Toti Scialoja, musiche di Goffredo Petrassi. (Nota, rist. in Morte dell’aria, Edizioni Suvuni Zerboni, Milano, 1951 e in parte in 44ª Stagione lirica, agosto-settembre 1990, programma Teatro lirico sperimentale “A. Belli”, Spoleto).

[Presentazione], in Istituto d’Arte “Zileri”, invito mostra, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, 21 giugno – 5 luglio.

1951

[Presentazione], in Scordia, cat. mostra, Galleria Il Pincio, Roma, 18 dicembre 1951-3 gennaio 1952, Istituto Grafico Tiberino, Roma, pp. 5-10.

1952

[Presentazione], in Alfio Castelli, cat. mostra, Galleria Barbaroux, Milano, 17-29 febbraio 1952, Istituto Grafico Tibrino, Roma, pp. 5-10.

Nota al pittore Jan Le Witt, in Jan Le Witt, cat. mostra, Galleria San Marco, Roma, 8-19 ottobre.

I segni della corda, Edizioni della Meridiana, Milano.

1953

Appunti per una interpretazione di Charlot, in “Bianco e nero”, a. XIV, n. 1, Roma, gennaio. (Rist. in Teatro da Quattro soldi. Vito Pandolfi Regista/Toti Scialoja Scenografo, a cura di A. Mancini, cat. mostra, Palazzo Pretorio, Certaldo Alto, 12 maggio-30 settembre 1990, Nuova Alfa Editoriale, Bologna, 1990,  pp. 138-142).

Cassinari pittore metafisico, in “Letteratura”, a. I, n 3, Firenze, maggio-giugno, pp. 51-56. (Estratto ristampato in Guazzi di Bruno Cassinari, cat. mostra, Galleria Annunciata, Milano, 13-22 dicembre 1953.

Pittura “riminese” di Gentilini, in “Letteratura”, a. I, n. 5-6, Firenze, settembre-dicembre, pp. 101-109.

Memorie insufficienti, in “Botteghe Oscure”, n. 12, Roma, ottobre-dicembre, pp. 470-476.

1954

Libero de Libero e Toti Scialoja, Officina celeste all’Aerfer, inCiviltà delle Macchine”, a. II, n. 3, Roma, maggio, pp. 61-64.

Bruno Casinari dopo il bagno di Antibes, in “La fiera letteraria,” a. IX, n. 38, Roma, 19 settembre, p. 8.

Dalla terrazza, in Pittori che scrivono, a cura di L. Sinisgalli, Edizioni della Meridiana, Milano, pp. 193-196.

1955

Le ragioni dell’arte giovane, in “Libertà della cultura”, Roma, maggio-giugno.

Un pittore giudica l’architettura, in “L’Architettura”, a. I, n. 2, Roma, luglio-agosto, pp. 246-247.

Discorso sul balletto, inBalletto”, a. I, n. 1, Roma, novembre, pp. 10-17.

1956

Carlo Efrati [Toti Scialoja], Afro, in “Arti visive”, II serie, n. 5, Roma, pp. 11-15. (Il numero è interamente dedicato alla XXVIII Biennale di Venezia e l’articolo è presente anche con traduzione in inglese).

A.G.T. [Toti Scialoja], Persephone, in “Dance and Dancers”, n. 5, Londra, maggio.

1957

Per Gorky, in “Arti visive”, II serie, n. 6-7, Roma, estate.

Toti Scialoja, nella sezione Documenti di una nuova figurazione, in “L’Esperienza Moderna”, n. 2, Roma, agosto-settembre.

1958

[Dichiarazioni], in Painting in post-war Italy 1945-1957, cat. mostra, Casa italiana of Columbia University – New York.

1959

Tre pagine di giornale 1958, in “L’Esperienza Moderna,” n. 5, Roma, marzo, pp. 15-16. (Rist. con il titolo Two pages From a Journal, in “Ark. Journal of the Royal College of Art”, n. 25, Londra, 1960; come Pagine di Giornale, in “Il Verri”, a. V, n. 2, Milano, aprile 1961, pp. 67-82).

Appunti, in “Arte Oggi”, a. I, n. 1, Roma, 15 maggio.

[Senza titolo], in “Appia Antica”, a. I, n.1, Roma, ottobre.

1960

Diario di un pittore, in “Tempo Presente”, a. V, n. 2-3, Roma, febbraio-marzo, pp. 143-150.

1963

Sezione di una scheda intitolata “Domani”, in Avanti!, Roma, 15 novembre.

1964

Pagine di giornale, in Carlo Battaglia, cat. mostra, Galleria La Salita, Roma, 27 maggio, Istituto grafico tiberino, Roma.

1965

Piero Panza e Toti Scialoja, Nota a questo spettacolo, in Compagnia teatro dei Novissimi, programma di sala al Teatro Parioli, Roma, giugno. (Rist. col titolo Il Teatro dei Novissimi, in Teatro da Quattro soldi. Vito Pandolfi Regista / Toti Scialoja Scenografo, a cura di A. Mancini, cat. mostra, Palazzo Pretorio, Certaldo Alto, 12 maggio-30 settembre 1990, Nuova Alfa Editoriale, Bologna, 1990, p. 143 e in parte in T6080. Vent’anni di ricerche teatrali in Italia, a cura di G. Polacco, cat. mostra, Palazzo delle Esposizioni, maggio-giugno, 1980, Ormgrafica, Roma).

1966

Toti Scialoja, Appunti dal diario, 1966, in Scialoja opere dal ’58, cat. mostra, Marlborough, Roma, 5 maggio-5 giugno, Tipografia Christen, Roma.

1968

Discussione in un congresso baudelairiano, in “Che fare”, n. 3, Milano, pp. 84-86.

1971

Amato Topino Caro, con illustrazioni dell’autore, Bompiani, Milano.

1972

Pagine da un “Giornale di pittura” [Toti Scialoja, gennaio 1970], in Toti Scialoja, cat. mostra Galleria Martano / Due, Torino, marzo, Gallerie d’arte Martano, Torino.

1974

La zanzara senza zeta, con illustrazioni dell’autore, Einaudi, Torino.

1975

Si è costretti a diventare l’istituzione di se stessi per difendere il proprio museo immaginario, inCorriere della sera”, Milano, 20 luglio.

Toti Scialoja, L’opinione di tre artisti, in “Il Settimanale”, a. II, n. 38, Roma, 17 settembre, p. 65.

[aprile 1975], in Toti Scialoja, cat. mostra, Nova / Arte Moderna, Prato, 22 maggio-14 giugno, Stampa Litocolor.

Una vespa! Che spavento, con illustrazioni dell’autore, Einaudi, Torino.

D’estate in Cornovaglia; Dentro l’antro; Mentre le anime, in Il segno e la parola, a cura di G. Petroni e G. Sobrino, CIDAC, pp. 79-81.

1976

Alexander Calder, in “Paese Sera”, Roma, 20 novembre.

Nota a questa mostra [febbraio 1976], in Toti Scialoja. Collages, cat. mostra, Galleria Corsini, Intra, marzo-maggio, Tipolitografia Manfredi, Varese. (Rist. in Toti Scialoja. L’evento, la vita, la forma, a cura di F. D’Amico, cat. mostra, Galleria Civica, Modena, 25 giugno-30 agosto 1987, Edizioni Cooptip, Modena, 1987, pp. 49-50).

[Senza titolo], in Scatola, cat. mostra, Galleria dell’Oca, Roma, dal 14 dicembre.

La stanza, la stizza, l’astuzia, Cooperativa Scrittori, Roma.

1977

Nonsensi (Sotto un cespo di rose scarlatte; Si sveglia il ghiro, a Riga), in I sette giorni, de “La Stampa”, 9 gennaio.

Nonsensi (Ho una mosca chiusa in pugno; L’incauta tinca che mi fissa a Sessa; C’è un ramo che sporge sul lago; Mangio – di gusto –; È lecito all’ombra di un salce; Se la locusta; Grazie a una lucciola; Sovente la serpe è alle prese; Dal cupo cipresso; Di maggio, a Fiuggi; O mìtilo, mite ti so), in I sette giorni, de “La Stampa”, 15 gennaio.

Il gatto bigotto (L’anguilla sull’orlo dell’Arno; Un tordo vive in ozio; Guarda che bianco alano!; Il gatto bigotto; Il gabbiano che sgobba nella nebbia; A maggio la Valle di Lacrime; Di maggio, a Fiuggi; La mia nera pantera le notti in cui si pente; C’era un gatto nella grotta; Monto sul tram ad Otranto e chi ti incontro? Un tonno!; Per chilometri di costa; Muove l’anca sulla scena; Sotto un ace-; Sulla spiaggia una schiuma; Nel deserto senza pista; Lo scoiattolo con uno scatto; Questo amaro ramarro si rammarica; Con l’ali dorate; Qui termina la storia della tarma…; Se l’orso nero avesse detto al bruno), in “Nuovi Argomenti”, nuova serie, n. 53-54, Roma, gennaio-giugno, pp. 20-29.

Sequenze e costellazioni, Milton Gendel, cat. mostra, Marlborough Galleria d’Arte, Roma, maggio-giugno.

Nonsensi (Di giorno quando i gatti sono intensi; Al mercato del Cairo; Torvo il vombato disse allo svasso; Quando è l’alba la mia gatta bianca), in I sette giorni, de “La Stampa”, 9 ottobre.

Il Re Serse scorse un orso, in “L’Espresso”, Roma, 9 ottobre.

Nonsensi (Un filugello di Filicudi; Spesso i corvi fanno crocchio; Quando l’iguana si sfila i guanti; Da mesi scrivo a Fermo Posta, Ostenda), in I sette giorni, de “La Stampa”, 16 ottobre.

dal “Giornale di pittura”, in Toti Scialoja, cat. mostra, Palazzo della Pilotta, Parma, marzo-aprile, Grafiche Step – Cooperativa, Parma, pp. 3-39.

1978

Nonsensi (Quando a Priverno smette l’inverno; Se la tarma monta in tram), in I sette giorni, de “La Stampa”, 8 gennaio.

Nonsensi (Sogno di una zanzara con le staffe; Piscia un cane sulle spine; Soffre d’affanno, ma non è per l’afa; Nei vapori del parco di Pavia; Scarsa schiera – chiesa avara; Magri cani fuori Locri), in I sette giorni, de “La Stampa”, 15 gennaio.

Nonsensi (Violento un vento soffia; Basta un bastardo color mostarda), in I sette giorni, de “La Stampa”, 22 gennaio.

Nonsensi (Se vi recate in Istria a istruirvi sulle istrici), in I sette giorni, de “La Stampa”, 29 gennaio.

Ieri vidi tre levrieri (Nel teatro di Acapulco; È la Pasqua, la Pasqua, la Pasqua!; Occorre girare, si sa; Piscia un cane sulle spine; Calano a mille sugli ermi colli; C’è una folla malinconica; Ieri vidi tre levrieri; Lo sciacallo sciancato sotto un antico scialle; Un alligatore d’America che gelido gelido avanza; L’ape che fuma pepe; Una botta azzeccata; In riva a un fiume lento che somiglia al Gange; Per spegnere la fiamma della candela un soffio; «La vita va avanti! La fita fa afanti!»; Di notte quando i topi van raminghi; La farina del diavolo va tutta in crusca; Caval donato non si guarda in bocca; Scarsa schiera – chiesa avara; L’attimo del sospetto; Magri cani fuori Locri), in “Nuovi Argomenti”, nuova serie, n. 58, Roma, aprile-giugno, pp. 125-129.

Toti Scialoja (Chi mette la mosca per esca: Sotto un cespo di rose scarlatte; Questa farfalla; Il grasso opossum; Non sbaglia; Una libellula; In maggio il rospo; Chi mette la mosca per esca; Nel teatro di Acapulco; Sulla tettoia passa senza peso; C’è una folla malinconica; L’affranta giraffa; Quando m’imbatto nel basilisco; A voltar sulla pancia non riesco; O magre gru, magari,; Un tordo vive in ozio; Il re Serse scorse un orso; La lepre in fretta bruca bruca bruca; In una stanza senza; Alle sette del mattino; D’inverno quando i vermi sono spenti) in Pin Pidìn. Poeti d’oggi per bambini, a cura di A. Porta e G. Raboni, Feltrinelli, Milano, p. 97-106.

1979

Che fai mela di Amleto (Da mesi scrivo a Fermo Posta, Ostenda; Che fai malato Amleto con una mela in mano; C’è un ramo che sporge sul lago; Quando l’iguana si sfila i guanti; A mezzogiorno nella luce piena), in “L’Europeo”, Milano, 21 giugno, p. 121.

Sorridono i lombrichi (I lombrichi tutti labbra; Sogno che una zanzara con le staffe; Una matta in camicia in piedi sopra il tetto; Sulla laguna senza più bellezza; Sull’onde di petrolio; Calma la talpa sotto il chiar di luna; Il coccodrillo artico che scricchiola; La tua tazza di tè specchia a un tratto un fanale), in Tuttolibri, de La Stampa, 11 agosto.

dal Giornale di pittura, in Toti Scialoja. Opere su carta 1957-1979, cat. mostra, Galleria Civica d’Arte Moderna Palazzo Te, Modena, giugno-luglio, Litografia Bruni, Roma, pp. 9-14.

Ghiro Ghiro Tonto, con illustrazioni dell’autore, Stampatori, Torino.

Topo, topo; L’uccello nero; Se una lucciola va in treno; Pipistrello, ti par bello; Sotto la gronda gridano le rondini; Un orso è un orso; Una giovane nottola; Contro te, povero verme; Batte la fiacca, a Cuma, una lumaca; T’amo pio bue; Una zanzara di Zanzibàr; Se l’ape apatica; A Corfù ci vive un corvo; A mezzanotte, [da Amato topino caro, Edizioni Bompiani, Milano, 1971] e Il sogno segreto; Quattro grasse troie turche; Questa cicala rauca; A Montecarlo; Son teneri, rosei ed inermi; Zitella libellula; La stanza, la stizza, l’astuzia; Si fa bruno a Brunico il cielo all’imbrunire; La strada bianca va in lontananza; Che fai maggio piovendo con l’oro nei ruscelli; Ieri vidi tre levrieri [da La stanza, la stizza, l’astuzia, Cooperativa Scrittori, Roma, 1976] in Poesia degli anni settanta, a cura di A. Porta, Feltrinelli Editore, Milano, pp. 195-196; 406-408.

“Buona zera” mi dice una zanzara [da Una vespa! Che spavento, Einaudi, Torino, 1975]; Ieri al crepuscolo, tra il lusco e il brusco [da Amato topino caro, Edizioni Bompiani, Milano, 1971]; L’albatro a cui tendevi [da La zanzara senza zeta, Einaudi, Torino, 1974]; Ghiro ghiro tonto [da Ghiro ghiro tonto, Stampatori, Torino, 1979]; Due oche do Ostenda; C’era un geco presso Amalfi [da Una vespa! Che spavento, Einaudi, Torino, 1975] in Versi, versetti e rispetti, a cura di L. Pasino e R. Salina Borello, Paravia, Torino, pp. 81-83.

1980

Lacrime di Crimea (Le tisane, i nepenti, i decotti calmanti; La pietra focaia che incendia le spine; Dove piove? Piove a Dover!; Di notte lungo l’Orcia; Domenica ma al buio; C’è un Nibbio nel cielo di Gubbio; Chi mai grida in Crimea), in “Nuovi Argomenti”, nuova serie, n. 65-66, Roma, gennaio-giugno, pp. 49-55.

Infantile sì e no, in Tuttolibri, de “La Stampa”, Torino, 29 marzo.

I grandi gatti avanzano (Di giorno quando i gatti sono intensi; La lepre ha il più crudele dei musi quando morde; Una pulce del Pincio; “Anima mia!” così parlai all’anguilla; Monterà la marmotta sulla rossa carriola?; Respiro sul tuo muso roseo di lepre e spio; Signora, tre bianchi leopardi; I grandi gatti avanzano; La lontra in lontananza è color d’erba; Chi crede alla corda si chiama codardo; Se oscilla lo scalino senza senso, in “Il Caffè”, n. 161, Roma, marzo, pp. 27-30

T.S. [Toti Scialoja], Paradosso di una grafica perversa, in “Il Caffè”, n. 161, Roma, marzo, p. 26.

dal Giornale di Pittura, in Toti Scialoja. Opere recenti, cat. mostra, Centro culturale Lo Spazio, Napoli, 29 aprile-15 maggio, Edizioni Lo Spazio, pp. 9-14. (Edizione in 500 copie di cui 50 numerate e con un’acquaforte a colori, firmata e datata dall’artista, impressa nella stamperia d’arte Grafica dei Greci, Roma).

Di giorno quando i gatti sono intensi; Nel teatro di Acapulco; Le tisane, i nepenti, i decotti calmanti; Dove il fiume fa una curva; Ti sfilasti n tutta calma; Chi crede alla corda mi chiama cordaro, in Serate di poesie a Perugia, a cura di E. Pecora, Cortile dell’Accademia di Belle Arti, 7-12 luglio, Litostampa, Perugia.

Filippo Brunelleschi. La sua opera e il suo tempo, tomo II, pp. 994-995, Centro DI, Firenze, pp. 994-995. (Rist. in Toti Scialoja. L’evento, la vita, la forma, a cura di F. D’Amico, cat. mostra, Galleria Civica, Modena, 25 giugno-30 agosto 1987, Edizioni Cooptip, Modena, 1987, pp. 50-55).

Oh, Incauta Tinca (L’incauta tinca che mi fissa a Sessa; La luna e una lumaca immacolata; Mille lombrichi in lacrime lungo l’ombre del Lambro; Soffre d’affanno ma non è per l’afa; Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino; La lingua batte dove il dente duole; Violento un vento soffia stanotte e mi risveglia; Le tisane, i nepenti, i decotti calmanti; Se vi recate in Istria a istruirvi sulle istrici; Il melo che scrollo nel sogno; Sordo lago di Garda; Basta sbarcare ad Itaca; Dove il fiume fa una curva), in “Alfabeta”, luglio-agosto, n. 15-16, p. 9.

Respiro di Serpi (Il serpente sovente è alle prese; Sto premuto alla rete; In mezzo alla Maremma; Il sabato del vigliacco; Mi farò per l’autunno; Le cicale di Lucca; Miele nella tua bocca; Lungo il greto dell’Arno), in “Il Verri”, n. 13-16, Milano, settembre, pp. 24-26.

Paesaggi sul peggio (Mi arrischio contro voglia; L’ippodromo Parioli; Il palmizio si spalma; Il mare è mesto a Mestre; A lume di candela), in “Il Caffè”, n. 162, Roma, ottobre, pp. 47-48.

Vischio e nevischio, in Tuttolibri de “La Stampa”, 20 dicembre.

1981

Per Luisa, in Luisa Gardini. Opere su carta e su tela 1977-1980, cat. mostra, Galleria Grafica dei Greci, Roma, 5 febbraio, Litografia Bruni, Roma. (Rist. in Luisa Gardini. Opere recenti, cat. mostra, Mèta Arte contemporanea, Bolzano, 21 gennaio-10 febbraio 1984, Edizioni Nuovo Studio).

Cézanne. Schema d’interpretazione, in Quaderno Didattico/1. Un artista i giovani, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, marzo, De Luca Editore, Roma, pp. 5-6. (Rist. in Toti Scialoja. L’evento, la vita, la forma, a cura di F. D’Amico, cat. mostra, Galleria Civica, Modena, 25 giugno-30 agosto 1987, Cooptip, Modena, pp. 55).

Paesaggi senza peso, a cura di G. Stocchi, Litografia Bruni, Roma, (edizione fuori commercio, tiratura di 200 copie, con un’acquaforte nei primi 35 esemplari firmati e numerati).

Orde a Roma, in Quale Roma?, De Donato, Bari, p. 204.

Chi mette la mosca per esca (Una libellula; In maggio il rospo; L’affranta giraffa; Quando m’imbatto nel basilisco; A voltar sulla pancia non riesco; La lepre in fretta bruca bruca bruca; In una stanza senza; Alle sette del mattino, da Pin pidìn, Feltrinelli, Milano), in Viaggio al termine della parola. La ricerca intraverbale, a cura di R. Barilli, Feltrinelli, Milano, pp. 77-79.

Paesaggi senza peso (Passeggiamo per Fiuggi; Sono in Asia ed Asia sia; In mezzo ai rovi a Ninive; A Ostenda se una tenda; Dove il fiume fa una curva; Dove sono le nevi), in “Cavallo di Troia”, n. 1, Roma, inverno, pp. 11-12.

Poesie, in Folia sine nomine. Il nome taciuto: testi poetici italiani inediti degli anni Ottanta, Bologna, Seledizioni.

1982

Lo scaldabagno a gas (Allarma i suoi fantasmi; Lo scaldabagno a gas; Risa sommesse cingono; Siede irritata e ride; La Sfinge alza la frangia), in “Nuovi Argomenti”, terza serie, n. 4, Roma, ottobre-dicembre, pp. 47-48.

1983

Per il futuro sarà meglio un grande centro culturale, in “Corriere della sera”, Milano, 9 febbraio.

Autonomia e livello universitario, in “Avanti!”, Roma, 30 aprile.

L’alibi nel labirinto (Di tanto in tanto a Taranto; Volge lo sguardo all’Adige; Adhaesit pavimento; Nel dormitorio a Parma; Sulla porta del labi; Chi non rammenta Mantova; Il fermaglio scintilla; La selva delle antenne), in “Cavallo di Troia”, n. 4, Roma, inverno/primavera 1982-1983, pp. 105-106.

Toti Scialoja. Soupir de serpent (Souvent le serpent est aux prises; Je suis acculé; Au cœur de la Camargue; Pour que chacune en ait; Du miel dans ta bouche; Le long du lit de l’Ogoué; Le samedi du lâché; Jusqu’à l’an prochain; Si je suis en Asie, que l’Asie y soit) in “Europe”, a. 61, n. 649, Parigi, maggio, pp. 67-69. Traduzione di Gabriella Drudi e Philippe Di Meo.

Intervento in Atti del I Convegno nazionale per la riforma universitaria delle Accademie di belle Arti, Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia 14-15 marzo, pp. 76-79, Accademia di Belle Arti di Venezia. (Rist. con il titolo Un’Accademia autonoma, in Quaderno dell’Accademia, n. 1, a cura di Toti Scialoja, settembre, Litografie Bruni, Roma, pp. 15-16).

Scarse serpi, Guanda, Milano.

Si fa presto a dir Trieste, in Giosetta Fioroni. Teatrino, Galleria Pio Monti, Roma. (Edizione in 500 copie numerate, 90 con un incisione di Giosetta Fioroni).

1984

Antonio Debenedetti e Toti Scialoja, Si vuole sfrattare l’arte dalla “sua” via Margutta, in “Corriere della sera”, Milano, 9 dicembre.

Infanzia e nonsense, in Il Versipelle. Il senso del nonsense. Poesie e infanzia, a cura del Gruppo Poesia Arci, giornale in ciclostile, Grosseto, marzo, pp. 1-3. (Rist. col titolo Infanzia e nonsense. Voglia dell’intangibile, in Il gioco della rima. Poesia e poeti per l’infanzia dal 1700 ad oggi, a cura di S. Fabri, F. Lazzarato, P. Vassalli, cat. mostra, Museo del Folklore, Roma, aprile-maggio 1984, Emme Edizioni, pp. 133-135 e in Animalie. Disegni con animali e poesie, a cura di A. Rauch, cat. mostra, Galleria Comunale d’Arte Moderna, Bologna, 30 marzo-24 aprile 1991, Grafis Edizioni, pp.179-180).

D’estate siedo spesso; Ho intravisto il cavallo; Senza impegno ho sognato, [poesie inedite]; Il gatto; Fotografar la tigre; In mezzo alla calca; Siedo all’alba in una stanza; Rovescio il sasso; Gran bisogno ha la cicogna [da Ghiro, Ghiro Tonto, Stampatori, Torino, 1979]; Quattro grasse troie turche; Il sogno segreto; La strada bianca va in lontananza; Ieri vidi tre levrieri [da Poesia degli anni settanta, a cura di A. Porta, Feltrinelli Editore, Milano, 1979, pp. 406-408, già in La stanza, la stizza, l’astuzia, Roma, Cooperativa Scrittori, 1976]; Dove il fiume fa una curva; E’ mesto il mare a Mestre; Sordo lago di Garda [da Paesaggi senza peso, a cura di G. Stocchi, Roma, 1981, Litografia Bruni, edizione fuori commercio]; Di notte lungo l’Orcia; Adhaesit pavimento; Il fermaglio scintilla; Volge lo sguardo all’Adige [da Scarse serpi, Milano, Guanda, 1983], in Il Versipelle. Il senso del nonsense. Poesie e infanzia, a cura del Gruppo Poesia Arci, giornale in ciclostile, Grosseto, marzo, pp. 4-8.

Ostriche a tende a Ostenda, in Il gioco della rima. Poesia e poeti per l’infanzia dal 1700 ad oggi, a cura di S. Fabri, F. Lazzarato, P. Vassalli, cat. mostra, Museo del Folklore, Roma, aprile-maggio 1984, Emme Edizioni, p. 136.

Dal “Giornale di pittura” di Toti Scialoja, in Toti Scialoja. La romeria de San Isidro, cat. mostra, Mèta Arte Contemporanea, Bolzano, 12 maggio-7 giugno, Tip. Alto adige Bz.

Sere di febbraio, Mètagrafica, 1984, Bolzano, Tipolitografia Alto Adige (Libro d’artista)

Senza titolo (Toti Scialoja 1976), in Donazione Flavia e Renzo Romero, a cura di F. Abbate e A. Becchetti, Museo Civico d’Arte Contemporanea di Gibellina, Quaderni del Museo Civico d’Arte di Gibellina, Siracusa.

Il gatto bigotto; Il maggio di rospo; Una libellula, in Animali amici miei, cat. mostra, Studio del Canova, Associazione culturale “Il Canovaccio, 21 giugno-30 luglio, Edizioni Studio del Canova, Roma.

Parole a Gabriella Tartarello, in Gabriella Tartarello, cat. mostra, Galleria Grafica dei Greci, 27 gennaio, Roma (Rist. in invito mostra, Tartarello, La Panchetta, 24 gennaio-7 febbraio 1987, Bari).

La mela di Amleto, Garzanti, Milano.

La folaga, il bue, l’opossum, poesie di Toti Scialoja e immagini di Giacomo La Commare, a cura di A. Filieri, Edizioni Artein, Roma. (Edizione in 36 copie).

La folaga, il bue, la cagna, l’opossum, la libellula, in “Cervo Volante”, a. IV, n. 17-18, Roma, gennaio-marzo, pp. 15-17.

Il gabbiano che sgobba nella nebbia, in Tuttolibri de “La Stampa”, 20 ottobre.

1985

Satiroparadisiaca, in “Il Verri”, settima serie, n. 5-6, Milano, marzo-giugno, p. 7.

L’angelo della vigna (Dublino è di un blu pallido; Trovo Verona avara; Nella piazza alberata; L’infamia non ci allarma; Se dal platano al prato; L’occhio attento del vecchio; Tu sai quando venisti; Senza impegno ho sognato; Fredda sera di febbraio; Ho bisogno di tanto), in “Nuovi Argomenti”, terza serie, n. 14, Roma, aprile-giugno, pp. 22-23.

Il Corvo di Edgar Allan Poe, traduzione di Toti Scialoja, in Tuttolibri, “La Stampa”, 10 agosto.

Poesie di Toti Scialoja (Le grida delle figlie; Ma ora come è mutato; L’insonnia muove ruote; “Eccoti Rodi! Salta!”; In qualche punto dell’aria; E’ ingannevole il suono; Per festeggiare i platani, Salgo verso chi canta; Sul far del giorno rondini; Davanti agli occhi ho sempre), in “Reporter”, a. I, n. 71, 25-26 maggio, p. 36. (Speciale con l’inserto Fine secolo del “Quotidiano del mattino”).

Dove il fiume fa una curva; Senza impegno ho sognato; Iperbole! Sull’erba, in Milano Poesia. Festival internazionale di poesia, musica, video, performance, danza e teatro, a cura di M. Giusti, An. Porta, G. Raboni, G. Stassi, Rotonda della Besana, 27 maggio-2 giugno, Centro Grafico Linate, Milano, p. 80.

[Presentazione], in Li Xiangyang, invito alla mostra, Associazione Italia-Cina, Azienda autonoma soggiorno e turismo, 30 giugno-7 luglio, Santa Marinella (Roma).

Serracapriola, (cartella con 2 acquetinte dell’autore), L’Arco Edizioni d’Arte, Roma.

Tre lievi levrieri, (con quattro litografie di Nunzio), L’Attico Editore, Roma, 1985 (Rist. senza litografie, in formato 13×18,  L’Attico Editore, Roma, 1986)

T.S. [Toti Scialoja], Premessa, Quaderno dell’Accademia, n. 1, a cura di Toti Scialoja, settembre, Litografie Bruni, pp. 5-6.

1986

Roma dei pittori, in Tridente Dieci. Aspetti di Arte. Gli anni Cinquanta. Gli anni Sessanta, Roma, febbraio.

Una grande voglia di poesia, in “Parlare e scrivere oggi”, a. II, n. 61, Milano, Fabbri Editori, pp. 61-68. (Rist. con il titolo Come nascono le mie poesie, in “Il Verri”, ottava serie, n. 8, Milano, dicembre, pp. 9-20; in Toti Scialoja. Pittura e poesia. Opere su carta, cat. mostra, Accademia Nazionale di San Luca, Roma, 26 novembre 2004-8 gennaio 2005, pp. 72-77 e in Toti Scialoja, Opere 1983-1997, cat. mostra, a cura di R. Lauter e M. Vallora, Galleria dello Scudo, Verona, 9 dicembre 2006-28 febbraio 2007, Skira, Milano, 2006, pp. 223-226).

Macchine per “Proserpina”, in Il ratto di Proserpina di Rosso di San Secondo, Bulzoni Editore, Roma, pp. 13-14. Pubblicato in occasione delle Orestiadi di Gibellina del 1986. (Rist. in Teatro da Quattro soldi. Vito Pandolfi Regista / Toti Scialoja Scenografo, a cura di A. Mancini, cat. mostra, Palazzo Pretorio, Certaldo Alto, 12 maggio-30 settembre 1990, Nuova Alfa Editoriale, Bologna, 1990,  p. 144).

Sgomento per la Sistina, (prefazione) in Michelangelo e la pittura a fresco, A. Conti, La Casa Usher, Firenze 1986, pp. 7-11. Il testo è stato letto il 5 giugno al convegno interdisciplinare Who’s Afraid of Red, Yellow and Blue? Visioni contemporanee del colore Organizzato dal Centro Nazionale delle Ricerche. (Rist. in “Il Verri”, ottava serie, n. 1-2, Milano, marzo-giugno 1987, pp 114-118).

[Testimonianza], in programma di sala, Concerto in onore di Aurelio Millos, Teatro dell’Opera di Roma, 8 ottobre, Emmeciemme, Roma, pp. 40-42.

Memorie di Sicilia – Ibn Hamdìs, traduzione di Toti Scialoja, a cura di G. Stocchi, Litografia Bruni, Roma, tiratura di 300 copie. (Rist. in Poeti arabi di Sicilia. Nella versione di poeti italiani contemporanei, a cura di F. M. Corrao, Mondadoti, Milano, 1987, pp. 127-133).

In via Francesco Crispi; Nel gran sole che sfora, in “Corriere della Sera”, 4 settembre 1986.

Il prestidigitatore di Parigi (Non occorre ch’io ti ricordi; Tu sei impavido – ma a momenti; So già quello che devi dirmi; Non posso più credere a quanto; Vale un batter d’occhio il percorso; Aver vissuto a Parigi; Così mi sono incamminato; Sarebbe bastato un cucchiaio; Cera nelle orecchie – rimedio; Metto avanti le mani, in “Arsenale”, a. II, n. 7-8, Roma, luglio-dicembre; pp. 13-16.

1987

L’erede dell’edera (Dalla casa le voci; Fa dondolare l’edera; Quando l’edera dondola; Buio fondale d’edera; Disordine nell’edera; Il vento invade l’edera; Desdemona si desta; Piazza Cola di Rienzo; Notizie di sospiri; Esaltano i divieti), in “Nuovi Argomenti”, terza serie, n. 21, Roma, gennaio-marzo, pp. 64-65.

Il gatto soriano; Il gatto, in “Tutto gatto”, a. I, n. 2, Roma, settembre, pp. 22-25.

Lettera a Bruno Olivi, in Bruno Olivi. Superfici, cat. mostra, Biblioteca comunale S. Ilario d’Enza, Reggio Emilia, 21 novembre-13 dicembre, Tipolitografia Bertani. (Rist. in Conversazioni d’autore, a cura di U. Nobili, cat. mostra, Sala Esposizioni – Antico Foro Boario, Reggio Emilia,  12 dicembre 1992-10 gennaio 1993, Tipolitografia Emiliana, pp. 153-154).

Nella sua bocca spiccano perle di Ibn At-Tûbî; Interminabile notte fino a parere eterna di Abû ‘Abd Allâh B. Sadûs, in Poeti arabi di Sicilia. Nella versione d poeti italiani contemporanei, a cura di F. M. Corrao, Mondadori, Milano, p. 13; 47.

Disegni di Umberto Nordio per il bestiario poetico di Toti Scialoja, Arnoldo Mondadori Editore, Milano.

1988

Toti Scialoja (Il melo che scrollo nel sogno; Miele nella tua bocca; Mi farò per l’autunno), in “Quaderni”, supplemento a “Terra del Fuoco”, n. 9/10, gennaio.

Doni per la rinascita, in “L’ora”, Palermo, 15 febbraio. Palermo.

Toti Scialoja (Nec possum tecum vivere; Qualunque solitudine; La speranza s’è persa; Nuvole sull’ippodromo; Il vento dell’ippodromo; La rosa non è rossa; Il fruscio che ci addormenta; L’estate si dirada; Così te ne lavi le mani; Quel che ti dico ti può servire; Credo in una moltitudine; Malinconie canine), in “Il Messaggero”, Roma, 5 marzo. Poesie inedite per la sezione Il sabato del poeta a cura di G.Bompiani.

Portfolio (T’amo, o pio bue!; Dopo il pranzo sull’erba; Quando il sorcio; Quando il tetro dromedario; I passeri, sui tegoli; Sotto un ace; Passa in cielo una folaga…; Il sogno segreto; Disse la tarma, a Parma, nell’armadio), in “Diario della Settimana”, Milano, 11 marzo, a. III, n. 10, p. 44. Da Poesie con animali, Mondadori

A lezione da Toti Scialoja (Di notte lungo l’Orcia; La notte chiara è un cerchio; A picco sullo spurgo; Cartolina da Nizza; Nel profumo dei viali; All’ombra dei cipressi; Di tanto in tanto a Taranto; Un cielo calmo ha spento; Calma la talpa sotto il chiar di luna; Di giorno quando i gatti sono intensi; È lastricata d’ostriche; Mangio – di gusto-; D’inverno quando i vermi sono spenti; Ho una mosca chiusa in pugno; L’ape che fuma pepe; Da mesi scrivo a Fermo Posta, Ostenda; Dove sono le nevi; «Sempre caro mi fu quest’erto corno»; Andava alla deriva; Mi arrischio contro voglia; Con l’afa arriva il tonfo; Non appena partita; Rotaie tra le spine; Ho intravisto il cavallo; Scandendo: “Ibis redibis; A lume di candela; Fece un volo il sonaglio; Il naufragio è un elenco; Un Dio ti sta di fronte; L’estate mi porta il tanfo; Fai male a star seduta; Con gli occhi mi fai segno; Ma s’io avessi creduto che lo scarto; Ti metto in bocca le parole), in “Poesia”, a. I, n. 3, Milano, marzo, pp. 7-14. (Introduzione rist. in Toti Scialoja. Pittura e poesia. Opere su carta, cat. mostra, Accademia Nazionale di San Luca, Roma, 26 novembre 2004-8 gennaio 2005, p. 71-72 e in Toti Scialoja. Opere 1983-1997, a cura di R. Lauter e M.Vallora, cat. mostra, Galleria dello Scudo, 9 dicembre 2006-28 febbraio 2007, Skira, Verona, 2006, p. 227).

Lettera a Nedo Bianchi, in Nedo Bianchi, invito mostra, Portofranco, 18 marzo-9 aprile, Livorno.

Pagine dal “Giornale di pittura” di Toti Scialoja, in Toti Scialoja. Venticinque “Impronte”. Opere inedite del 1958, cat. mostra, Studio Durante, Roma, 15 aprile-maggio, Litografia Bruni, Pomezia, marzo,  pp. 11-17.

Toti Scialoja (Qui la vista è sui tigli; Siamo in due al davanzale; Sul cavallo al passo mi avvidi; Da dove viene questo odore; La bandiera batte contro il tuo ventre; Dall’altra sponda implorano; Ricordo di averlo già fatto; Il mio ostinato astigmatismo sposta), in “Anterem”, a. XIII, n. 37, Verona, dicembre, pp. 34-36. (Rist. in Ante Rem. Scritture di fine Novecento, a cura di F. Ermini, Anterem Edizioni, 1998, pp. 245-246.)

La grande forza di De Luca, in Un editore come De Luca, a cura di G. Appella, Edizioni della Cometa, Roma, pp. 7-15.

Mugnaioli, in Dodicimenotrentacinquesecondo. Giovani artisti a Roma, cat. mostra, Ex Borsa in Campo Boario, Roma, 28 ottobre-11 dicembre, Multigrafica Editrice, p. 52.

Le sillabe della Sibilla, Libri Scheiwiller, Milano.

Toti Scialoja. Poesie (Da dove vieni? Dove; sono in attesa da un’ora; Sul far del giorno rondini; Canta – o mio cane – canta – non latrare; Nell’odore infedele; L’estasi è questo istante; Ho fatto di tutto per coinvolgerla), in “Il Verri”, ottava serie, n. 8, Milano, pp. 5-7.

C’era una volta un piccolo [da Scarse serpi, Guanda, Milano, 1983]; Monterà la marmotta sulla rossa carriola?; La lepre ha il più crudele dei musi quando morde [da La mela di Amleto, Garzanti, Milano, 1984], in Il materiale e l’immaginario, a cura di R. Ceserani e L. De Federicis, Loescher Editore, Torino, pp. 784-785; 852-853.

Adoro i treni – come tutti i cani, in Almanacco della Cometa, a cura di G. Appella e P. Mauri, Edizion della Cometa, Roma, p. 98.

1989

Le sillabe della sibilla di Toti Scialoja (Se passeggio ogni sera; Si fa presto a dir Trieste; Quando l’edera dondola; Penzola ad uno spago; Nec possum tecum vivere; Tu sai quando venisti; Se ogni punto di sangue; Non c’è ninfea che offenda; Dopo rincorse brevi; La sagoma di un nero; Lungo il torrente l’argine; Ma s’io fossi fuggito), in “Poesia”, a. II, n. 1, 1 gennaio, pp. 56-57. (Nella sezione Il libro di poesia).

L’olmo si mantenne colmo per altri pochi istanti, in Milano Poesia. VII Festival internazionale di poesia, musica, video, performance, danza e teatro, a cura i M. Giusti e G. Sassi, settembre, Ansaldo, Ubezzi&Dones, p. 70.

La parola degli artisti 6, in “Flash Art, Italia”, n. 152, Milano, ottobre-novembre, p. 20.

Poesie ritrovate, in “Scuola Viva”, anno XXV, n. 12, Roma, dicembre, p. 28 (all’interno della sezione Antologia di Poesie inedite).

Tre pittori, in Tre pittori presentati da Toti Scialoja, cat. mostra, Comune di Cavriago e Comune di S. Ilario d’Enza, 18-novembre-10 dicembre. (Gli artisti sono: Vincenzo de Moro, Daniela Mugnaioli, Carlo Serafini).

Acqua da occhi (con sette acquarelli dell’autore), Edizioni El Bagatt, Bergamo, (edizione in 300 copie).

Acqua da occhi (Il soffio della notte gonfia appena le tende; Adoro il profilo dei gatti; Per spegnere la fiamma della candela un soffio; Quando il sole ci abbaglia si ricorre a quel vecchio; Sento sbatter la porta. Di te non resta traccia; Bianco cancello spruzzato di sangue), in Nelle trame ingegnose, a cura di M. Jatosti, Centro Internazionale della Grafica Venezia / Roma, Litostampa Nomentana, Roma, pp. 64-65 (Stampata i 300 copie).

Versi del senso perso, Mondadori, Milano. (Raccolta di sei libri di poesie publiccate dal 1971 al 1985: Amato topino caro, Una vespa! Che spavento; La stanza l stizza l’astuzia; Ghiro ghiro tonto; La mela di Amleto; Tre lievi levrieri, rist. con una prefazione di Paolo Mauri da Einaudi, Torino, 2009).

Il fuoco ancora, poesia stampata il 16 dicembre in dieci copie con gli auguri degli amici.

1990

L’età della parola (Vive a zara anzi vi langue; Nel teatro di Acapulco; Ogni topo di chiavica; Mangio – di gusto –; Sento un topo; A Montecarlo; Ho un condor per condomino; Riversa sull’erba; L’albero a cui tendevi; Contro te povero verme; T’amo, o pio bue!; Ieri vidi tre levrieri; La zelante zanzara dell’Alsazia); La parola dell’età (da “I violini del diluvio” (inedito): Incessanti nel cerchio del ricordo; La rosa non è rossa; Dalla mia piazza alberata; Una volta quanto mi avrebbe fatto), in “Europeo”, a. XXLVI, n. 27, Milano, 27 luglio, pp. 102-103.

Un colpo di guanto, in Toti Scialoja, cat. mostra, Lanza Egidio Arte Contemporanea, Verbania Intra, dal 20 ottobre 1990, Tipolitografia Cerutti Intra.

L’ippopota disse: “Mo…”,  Mondadori, Milano, con illustrazioni dell’autore. (Raccolta di poesie e illustrazioni già pubblicate).

Re Serse e l’Orso, in Labirinti, a. III, numero unico, dicembre, Edizioni Orestiadi di Gibellina, pp. 34-46. (Fiaba teatrale rappresentata a Gibellina nel 1986 con la regia di E. Stassi).

L’ostrica asiatica; Sul lido ionico; Undicimila cimici; Il sogno segreto; Con il verme di Viterbo; Un cane bastardo che abbaia alla luna; In maggio il rospo; Il re Serse scorse un orso; La mano e il guanto di bianco camoscio; Dove sono le nevi; Passeggiando per Fiuggi; Rondò, in Poesia italiana del Novecento, a cura di E. Pecora, Newton Compton Editori, Roma, pp. 254-257.

Le cicale di Lucca [da La mela di Amleto, Garzanti, Milano, 1984]; Sul lido di Ostia [da Una vespa! Che spavento, Einaudi, Torino, 1975]; Sulla tettoia passa senza peso [da La mela di Amleto, Garzanti, Milano, 1984], in AA.VV., La bottega del Lettore, Edizioni Scolastiche Bruno Mondadori, Milano, pp. 159-160; 166.

1991

Ieri, al crepuscolo, tra il lusco e il brusco; L’ippopota disse: «mo»; Topo, topo; Pipistrello, ti par bello; Chien méchant, cane di Francia; L’istrice, attrice illustre; A Sciaffusa si è diffusa;  Frenando il triciclo mi chiede il tricheco; Son quattro le gatte che lappano al patto; Tra i cani del Kenia; Tramonta il sol, sull’infuocato disco; Quando il sorcio; C’era una volta un topo; L’albatro a cui tendevi; A Conegliano, per sbaglio, un coniglio; Tre chicchi di moca; I bassotti di Pisticci; Quando un orso passeggia lungo il Corso; Sento un topo [da Amato topino caro, Bompiani, Milano]; Un camello, lungo il Corso; Negli orti di Gubbio; Quando la talpa vuol ballare il tango; La zanzara dello Zambia [da La zanzara senza zeta, Einaudi, Torino, 1974]; Il gatto soriano; La marmotta e il vecchio ghiro; Io sono un orso; Il gatto; La cornacchia sonnecchia nella nicchia; Fotografar la tigre; Alle sette del mattino; Un mastino di Asti; Quando la chiocciola mogia mogia; Ghiro ghiro tonto [da Ghiro ghiro tonto,Stampatori, Torino 1979]; Il sogno segreto [inedito]; Vive a Zara, anzi vi langue; Due oche di Ostenda; C’era un cervo a Cerveteri; Quando il bracco sbracato serve il latte [Una vespa! Che spavento, Einaudi, Torino, 1975]; in Animalie. Toti Scialoja, Disegni con Animali e poesie, a cura di A. Rauch, cat. mostra, Galleria Comunale d’Arte Moderna, Bologna, marzo-aprile.

Il nome dei fiori, inRiforma della scuola”, a. 37, n. 4, aprile, Editori Riuniti, Roma, p. 55. (Poesia inedita).

Il paradiso dietro il cancello socchiuso, in “Il Messaggero”, 6 giugno, Roma. (Quattro poesie inedite: L’erede dell’edera; La calza appesa; Le tre dita; La quercia).

Tavole con qualche annotazione dell’artista, in Toti Scialoja. Opere dal 1940 al 1991, a cura di G. De Feo, cat. mostra, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, 31 maggio-30 settembre, Edizioni della cometa, Roma.

Esametri (L’alano; Edera), in “Acquario”, a. IX, n. 4-5, agosto, p 53.

Passo di danza, Studio Durante, Roma.

Sto premuto alla rete, in Lo sguardo del poeta, fotografie di Bruna Ginammi, All’insegna del pesce d’oro, Milano, pp. 68-69. (Rist. in “Sette. Corriere della Sera”, 7 novembre 1991, p. 99).

Per Luciano Anceschi, in Omaggio a Luciano Anceschi, Mucchi Editori, Modena, pp. 69-74.

Giornale di pittura, Roma, Editori Riunti.

9 poesie, a cura di G. Appella, Edizioni della Cometa, Roma. (Poesie inedite, stampate per il settantasettesimo compleanno di Scialoja).

I violini del diluvio, Milano, Mondadori.

Toti Scialoja. Pagine del Giornale di pittura, in Toti Scialoja, a cura di Fabrizio D’Amico, De Luca Editori, Roma, pp. 125- 13. (Rist. in Accademia dei Concordi, Rovigo, 19 ottobre – 16 dicembre 1995, Grafiche Rodigine, Rovigo, p.6-12).

Per Corrado, in “Altri Termini”, IV serie, n. 3, Napoli, maggio-agosto, p. 11. (Include una lettera d’accompagnamento alla poesia scritta in omaggio della morte di Corrado Costa).

L’ippopota disse: «mo»; C’era una volta un topo; Una libellula; La lepre in fretta bruca bruca bruca; «Sempre caro mi fu quest’erto corno», in Lo spazio letterario, antologia della letteratura italiana, a cura di Gibellini-Oliva-Tesio, Editrice La Scuola, Brescia, vol. 4, pp. 802-803.

1992

Quattro poesie quattro incisioni (cartella con un acquarello dell’artista nei primi 10 esemplari), Edizioni Proposte d’Arte Colophon, Belluno. (Rist. in Poiêin. Libri d’artista, cat. mostra, Palazzo Crepadona, Belluno, 1-23 febbraio 1997, Proposte d’Arte Colophon, pp. 41-47).

Per Leonardo Sinisgalli, in Leonardo Sinisgalli. Tra poesia e scienza, a cura di G. Appella, cat. mostra, Seminario Pontificio Regionale, Potenza, 24 ottobre-19 novembre, Edizioni della Cometa, Roma, p. 14.

Respiro sul tuo muso roseo di lepre e spio; Il mio spavento o meglio la minaccia [inedita], in Poesie d’Amore del ’900, a cura di P. Dècina Lombardi, Mondadori, Milano, p. 564.

1993

Dante, in “Guido, io vorrei…”, cat. mostra, Palazzo Ducale Mantova, Appartamento di Isabella d’Este, 30giugno-23 luglio, Guido Novi Editore, Roma.

Descrizione di Procida, in Procida. Un’architettura del Mediterraaneo, Clean Edizioni, Napoli, pp. 9-13.

Storia di tre mele (anzi due) ovvero come si dà vita a una natura morta, Offset Invicta, Ferrara. (Rist. estratto in Storia di tre mele (anzi due) ovvero come si dà vita a una natura morta, a cura di C. Toschi Cavaliere, illustrazioni di N. Bonini e F. Borghi, Comitato Ferrara Arte).

Una Vanessa, Edizioni della Cometa, Roma.

Poesie inedite (Rapide e lente amnesie conviene frangenti; La spiaggia è quasi deserta sempre qualcuno vuol far tardi), in Per Sandro, a cura di L. Trina, Tipografia Graf-Roma. (Edizione in 100 copie numerate, stampate per l’ottantesimo compleanno di Sandro d’Urso).

Sera in giardino, in “L’Unità”, Roma, 17 settembre.

1994

Rapide e lente amnesie, Marsilio, Venezia.

Danae depone le mani dal seno, in Un sabato al Paglieto…, L’Aliante Editori, Roma, p. 32. (Edizione in 300 copie numerate per il primo anniversario delle nozze di Biancamaria Frabotta e Brunello Benedetto Tirozzi).

Senza titolo (marzo 1994), in Toti Scialoja, cat. mostra, Elleni Galleria d’Arte, Bergamo, 14 maggio-30 giugno, Litografia Graphos, Bergamo.

La mela di Amleto (La rosa dei venti – la resa dei conti; Se oscilla lo scalino senza senso, Caval donato non si guarda in bocca), in I Concerti nel Parco Estate 1944, programma, Chiostro del Sacro Cuore di Trinità dei Monti, Roma, 29 giugno-19 luglio, p. 14. (Concerto spettacolo di Toti Scialoja e Lucia Ronchetti).

Toti Scialoja (Negli occhi di petrolio; Nel dormitorio a Parma; Il fermaglio scintilla; La Sfinge alza la frangia; La scuola di cucito; La speranza di rive [da Scarse serpi, Guanda, Milano, 1983]; Gli interminabili giorni di Amsterdam; «Io amo me» è scritto col pennarello; Scusami tanto posso farti una domanda; Freno ma non capisco; Quando è l’alba la mia gatta bianca; I passeri sui tegoli [da Una Vanessa,Edizioni della Cometa, Roma, 1993]; La leçon de piano; La casa delle conchiglie; Il fuoco ancora; Rapide e lente amnesie; Le cicale; Le mani in tasca; La malinconia [da Rapide e lente amnesie, Marsilio, Venezia, 1994]; La bandierina; Il cavallo nero [inedite]), in “Pagine”, a. V, n. 10-11, Roma, gennaio-agosto, pp. 5-7.

Toti Scialoja. In forma di esametri, in “Il Verri”, nona serie, n. 3-4, Milano, settembre-dicembre, pp. 9-16. (Rist. da Rapide e lente amnesie, Marsilio, Venezia, 1994, Avvertenza, pubblicato col titolo Secondo uno schema regolato dalle leggi della prosodia e le poesie: La malinconia; Rapide e lente amnesie; La velocità della luce; Chiaro di luna; All’angolo della strada; Giardino; Il nome dei fiori; in Toti Scialoja. Pittura e poesia. Opere su carta, cat. mostra, Accademia Nazionale di San Luca, Roma, 26 novembre 2004-8 gennaio 2005, viene ripubblicato Secondo uno schema regolato dalle leggi della prosodia, pp. 85).

Tornaconto al vento, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Bari, 26 giugno.

Due poesie (L’acquisto dello schiavo fu laborioso a motivo della; Si sventaglia riversa sul divano e accavalla), in Tuttolibri, de “La Stampa”, 19 novembre.

1995

Burri, artista della materia. Lui e De Chirico due maestri oltre la storia, in “L’Unità 2”, Roma, 14 febbraio.

Tempo/Immagine, Toti Scialoja, Luce Delhove, Le parole gelate, Roma. Edizione fuori commercio.

Omaggio a Terni, in Scialoja, cat. mostra, Ronchini Arte Contemporanea, Terni, 4 novembre-30 dicembre, Arti grafiche Celori, Terni (Rist. in Scialoja. Opere 1978-1996, cat. mostra, Videocentro del polo multimediale, Terni, 19 gennaio-16 febbraio 1997, Arti Grafiche Celori, Terni e in Toti Scialoja. Pittura e poesia. Opere su carta, cat. mostra, Accademia Nazionale di San Luca, Roma, 26 novembre 2004-8 gennaio 2005, De Luca Editore d’arte, Roma, p. 86).

Insonnia, Toti Scialoja, cat. mostra, Accademia dei Concordi, Rovigo, 19 ottobre-16 dicembre, Grafiche Rodigine, Rovigo, p. 5.

Segno e figura, in “SpecialArt”, numero unico abbinato a “Sezione Arte”, Roma, marzo, pp. 126-127.

Toti Scialoja. Poèms (Sourd sur le lac de Garde; Des crêts violacés; Où le fleuve fait une courbe; Mer vert bouteille; Jusq’à la fin de l’année; Lorqu’il arrive que ja demande; Pour éteindre la flamme de la bougie, un simple; J’entends claquer la porte. Aucune trace ne me reste de toi;  Accompagne Ada à la barque, assure-toi; Qui es-tu? Un lémure, un lièvre une rémora, une harpe; Le feu encore; Violence ancienne; Geographie) in La Nouvelle Revue Française”, n. 515, Parigi, dicembre,  pp. 72-77. Traduzione di Philippe Di Meo.

1996

Toti Scialoja, in “Next”, a. XII, n. 36, Roma, primavera, p. 137.

Senza titolo (Per Gesualdo Bufalino), in “Storie”, a. V, n. 22-23, Roma, p. 109.

1997

Per Afro, in Afro. Catalogo generale ragionato, Dataars, p. 9. (Intervento al Convegno Afro in Giardino della Speranza, Roma, Palazzo delle Esposizioni, febbraio).

I cani, in Diapason di voci. Omaggio a Sandro Penna, a cura di E. Pecora (volume omaggio a Sandro Penna), Il Girasole Edizioni, p. 60.

Le Costellazioni, Marsilio Editore, Venezia.

L’odore di New York, in “Diario della Settimana”, a. II, n. 1, Milano, 8-14 gennaio, pp. 70-73.

Esametri 1997 (Istanti; Il corvo; Rose di novembre; Bandiera esposta a una finestra; Giochi d’ombra), in “Il Verri”, n. 2-3, Milano, giugno, pp. 144-145.

Con un colpo di guanto h fatto volare un bicchiere, (da Le Costellazioni, Marsilio Editore, Venezia, 1997) in “Pagine”, a. VIII, n. 21, Roma, settembre-dicembre, p. 45.

Toti Scialoja. Esametri 1997 (Inediti: Uccello marino; La tua porta; Il rospo; Fradicio di sudore; Enigma), in “Avanguardia”, a. II, n. 6, Roma, pp. 59-61.

La parola “impronta”. Pagine inedite dal “Giornale di pittura”, in “Anterem”, a. XXII, n. 54, Verona, giugno, pp. 29-32.

Quando la talpa vuol ballare il tango, con illustrazioni dell’autore, Mondadori, Milano.

Un camello lungo il Corso; Due oche di Ostenda, in “La Repubblica”, Roma, 16 dicembre.

Natale, in “Corriere della Sera”, Milano, 24 dicembre.

Danza d’addio, in “La Repubblica”, Roma, 31 dicembre.

1998

Questo volevo dire alla radio, in Il laboratorio di Luciano Anceschi. Pagine, carte, memorie, a cura di M. G. Anceschi, A. Campagna, D. Colombo, Libri Scheiwiller, Bologna, p. 463. (Contiene anche una Lettera a L. Anceschi datata Parigi 20 febbraio 1961, p. 288).

Portfolio (T’amo, o pio bue!; Dopo il pranzo sull’erba; Quando il sorcio; Quando il tetro dromedario; I passeri, sui tegoli; Sotto un ace; Passa in cielo una folaga…; Il sogno segreto; Disse la tarma, a Parma, nell’armadio), in “Diario della Settimana”, a. III, n. 10, Milano, 11-17 marzo, p. 44.

Il gatto, in “Il Sole 24 ore”, Milano, 8 febbraio.

Cinque poesie inedite (Farfalla in casa; Sole di gennaio; Una foresta; Due passi; L’attaccapanni), in “Il Verri”, a. XLII, n. 6, Milano, maggio, pp. 5-9.

Una civetta di Civitavecchia; Mentre le anime romantiche; Uno due tre quattro; Se la zanzara zoppa fa uno spruzzo, in “Avvenimenti”, Roma, 2 gennaio, p. 64.

A Sciaffusa si è diffusa; Frenando il triciclo, in “La Repubblica”, Roma, 2 marzo.

Stanza buia [da Le Costellazioni, Marsilio Editore, Venezia, 1997], in “L’Unità 2”, Roma, 2 marzo.

D’estate siedo spesso; Senza impegno ho sognato, in “La Marina”, 12 marzo.

Undici poesie parodistiche, Edizioni della Cometa, Roma.

1999

T.S. (Toti Scialoja), Un saluto a Fumi Miyazaki, Pawaobubyuti, Tokio, pp. 4-5.

2000

Mia farfalla, La vecchia volpe [con illustrazioni dell’autore], Adoro il profilo dei gatti; Per spegnere la fiamma della candela un soffio [da I violini del diluvio, Mondadori, Milano, 1991], Cane nero [da La stanza, la stizza, l’astuzia, Cooperativa Scrittori, Roma, 1976], Dormiveglia [da Rapide e lente amnesie, Marsilio, Venezia, 1994], Tra un ostacolo e l’altro [da Le sillabe della Sibilla, Libri Scheiwiller, Milano, 1988], Pipistrello, ti par bello?, Se la lucciola va in treno, Mi dispiace per il ragno, Che pensa il ghiro [con illustrazioni dell’autore], in Toti Scialoja: Carte e carteggi tra pittura e parola, a cura di B. Drudi, cat. mostra, Museo Virgiliano, Pietole (Mantova), settembre-ottobre, Edizioni Corraini, pp. 8, 17, 20-23, 25, 28-30, 64.

Senza titolo (Pagine dal ‘Giornale di pittura’, Roma, ottobre 1958), in Toti Scialoja. Carte e carteggi tra pittura e parola, a cura di B. Drudi, cat. mostra, Museo Virgiliano, Pietole (Mantova), settembre-ottobre, Edizioni Corraini, p. 24. (Rist. dal Giornale di pittura, Editori Riuniti, Roma, 1991).

Ieri, al crepuscolo, tra il lusco e il brusco; Trecento topi grigi, Topo, topo, in Toti Scialoja. Toti & Topi, Edizioni Lapis, Roma, ottobre, Roma, p. 1, 8.

2002

Toti Scialoja. Poesie 1961-1998, Garzati, Milano. (Comprende la raccolta postuma Cielo coperto).

Tre chicchi di moca (con illustrazioni dell’autore), a cura di T. Buongiorno, Edizioni Lapis, Roma. (Raccolta di poesie edite).

Animalie. Due scene musicali su poesie e disegni di Toti Scialoja, in libretto di sala Teatro sociale, Rovigo 1-3 marzo e Teatro C. Goldoni, Venezia, 7-8 marzo, supplemento a La Fenice.

2004

Che fai malato Amleto con una mela in mano; Dove il fiume fa una curva; dattiloscritti, in Toti Scialoja. Pittura e poesia. Opere su carta, cat. della mostra, Accademia Nazionale di San Luca, Roma, 26 novembre 2004-8 gennaio 2005, De Luca Editori d’Arte, Roma, pp. 12-13.

2007

Dal Giornale di pittura, marzo 1954-novembre 1983, in Omaggio a Toti Scialoja, a cura di B. Drudi, cat. mostra, Il segno, 10 dicembre, OKPrint, Roma,  pp. 54- 61.

2014

Tre per un topo, Quodlibet, Macerata.

Back To Top